Asilo nido: I benefici dello spazio verde

Gli spazi verdi sono utili per molte ragioni. Grazie a loro, la qualità dell’aria migliora e un offrono un posto dove rilassarsi e godersi una bella giornata con la propria. I parchi, le foreste urbane e persino i frutteti installati nelle città sono di grande aiuto per tutti. Anche per i più piccoli e per il la loro crescita, tanto che oggi è abbastanza comune che siano previsti in ogni asilo nido come L’isola dei tesori a Torino.

Nel caso ci siano dubbi su questo, uno studio pubblicato nel Journal American Journal of Preventive Medicine ha ancora una volta dimostrato i benefici di uno spazio verde per lo sviluppo infantile. Un’infanzia più felice e una migliore qualità della vita sono due dei risultati che hanno determinato questo gruppo di ricercatori dopo aver analizzato 4.968 bambini tra i 4 ei 5 anni.

Maggiore benessere

Questo studio ha analizzato l’influenza dell’ambiente sul suo sviluppo. I risultati hanno mostrato che i partecipanti che vivevano in quartieri con uno spazio verde compreso tra lo 0 e il 5%, avevano già una qualità della vita più favorevole

Una percentuale più elevata di spazi verdi in prossimità delle loro case, i bambini hanno mostrato risultati migliori. Come dovrebbero essere gli spazi che circondano i quartieri in cui vivono i bambini? I ricercatori hanno sottolineato che l’importo ottimale dovrebbe essere compreso tra il 20 e il 41% per i più piccoli per trarre vantaggio dai suoi benefici.

Grazie a questi spazi verdi, i minori hanno mostrato uno stato migliore per respirare una migliore qualità dell’aria. Inoltre, la presenza di queste zone ha favorito che nei giorni liberi le famiglie potessero fare una passeggiata da loro, favorendo l’attività fisica sullo stile di vita sedentario. Quindi, i bambini cresciuti in questi quartieri avevano livelli più bassi di obesità e sovrappeso

 

Sviluppo della memoria

Questo studio non è il primo a concentrarsi sui benefici di spazi verdi nello sviluppo di bambini. Dall’American Academy of Pediatrics si sottolineano i benefici che un parco giochi verde ha per i più piccoli della casa in cui godersi il tempo della ricreazione da parte degli studenti. Giardini, piccoli giardini e attività all’aperto sono alcuni dei suggerimenti che vengono fatti alle scuole in modo che possano migliorare giorno per giorno nella scuola che i bambini frequentano.

Questo rapporto dai dati che danno Hanno contribuito a diverse scuole. Queste informazioni riguardavano il tipo di cortile della scuola e lo stato di studenti : salute cardiaca, livello di stress, obesità, presenza o meno di carenze nell’attenzione.

Quei cortili scolastici che avevano elementi come spazi verdi con vegetazione, frutteti o che scommettevano per le classi all’aria aperta avevano bambini con un livello di stress inferiore alla media. Allo stesso tempo, questi centri avevano un livello ridotto di bambini obesi e un livello più alto di attenzione da parte degli studenti che frequentavano questi centri.

I ricercatori sottolineano che ad esempio il fatto di vedere uno spazio verde è già Se un elemento meno stressante di vedere i campi sportivi in ​​cemento lunghi. “Molti bambini mancano di aree scolastiche di qualità, e in molti quartieri, lo spazio standard in cui giocano è un parco di asfalto sterile o un pezzo di cemento recintato con una recinzione metallica, un ambiente completamente inadatto ai bambini”.

La natura offre una tale quantità di stimoli che il contatto con essa fa sì che il bambino si ritrovi in uno spazio aperto, con un senso di libertà, con la capacità di muoversi liberamente, di osservare i processi che avvengono, e questo è fondamentale per lo sviluppo delle sue capacità motorie ma anche uno stimolo per i suoi neuroni, per le sue emozioni e per il suo apprendimento; è un’ esperienza vitale che permette al bambino di sentirsi e misurarsi in modo diverso da come lo fa in città.

La natura ha un impatto diretto sul movimento, e le neuroscienze hanno dimostrato che questo ha un impatto sul numero di connessioni neurali e favorisce una ricca e varia organizzazione cerebrale, maggiore plasticità, in modo che favorisce lo sviluppo intellettuale e l’ apprendimento cognitivo. Scendere giù, alzarsi, esercitare muscoli e sensi, mettersi alla prova, catturare insetti, piantare semi, sono stimoli per il cervello e anche per le emozioni, perché annusare un fiore, contemplare un campo di papaveri o vedere come nasce un polpaccio provoca sensazioni che il bambino sente, Allo stesso tempo, suscitano emozioni, e quelle emozioni sono poi importanti per costruire la conoscenza, perché ciò che impariamo legato alle emozioni è più facilmente inciso nella nostra memoria ed è più difficile da dimenticare”.

E’ ben chiaro che il contatto con la natura migliora le capacità motorie dei bambini:”I bambini tra uno e tre anni del nostro asilo nido camminano attraverso la foresta meglio dei cinque anni che arrivano da Barcellona e non sanno salire una rampa, inciampare sui sassi della strada, cominciano a piangere perché cadono…”. E ci assicura che questo esempio – dover aggirare le rocce sulla strada, cadere e stare in piedi per andare avanti, ecc. – è molto significativo in quanto il contatto con la natura contribuisce allo sviluppo emotivo dei bambini. In campagna, è facile lavorare con una tolleranza alla frustrazione – se piove, si bagna e lo sopporta; se inciampa o si è stanchi mentre si è nel cespuglio, bisogna sopportarlo e continuare – ma anche empatia e rispetto attraverso il contatto con gli animali e le piante, o la serenità e la calma che l’ osservazione e la contemplazione richiedono; molte abilità si sviluppano in modo facile e naturale.

 

 

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Name and email are required